«Ahae, gangster patrono.

È un libro notevole pubblicato da Bernard Hasquenoph, un libro che legge un trattato come un romanzo poliziesco, Beh questo purtroppo basata su fatti reali.

In risposta ai sondaggi pubblicati sul suo sito Web Louvrepourtous, dovrebbe logicamente condurre di intervenire nelle scuole di giornalismo.

Perché non si è solo dimostrato metodo di intelligenza e lungimiranza, ma anche di coraggio e di empatia con una cultura coreana che il dramma lo ha portato a scoprire.

Mondo esclusivo e senza modo, esso è riuscito a risalire il corso di un uomo d'affari, responsabile della setta, condannato dalla giustizia del suo paese, e che riesce da qualsiasi sapienti manovre e un sacco di soldi per esporre come un artista.

AhaeAncora la produzione presumibilmente artistica di Ahae fu riconosciuta da quasi nessuna critica o specialista della fotografia nel mondo.

Si è poi appreso che questo stesso individuo è stato collegato per il tragico affondamento di un traghetto che ha causato la morte di molti studenti coreani.

Bernard Hasquenoph indagine rivela difetti preoccupante nelle maggiori istituzioni culturale francesi (e nella parte superiore dello stato), con un impegno personale di alcuni dei loro leader principale che è difficilmente immaginare l'equivalente in istituzioni culturale straniere della stessa reputazione.

Lo svolgimento di mostre in sedi prestigiose avrebbe avuto un solo scopo: "Swell" o sopravvalutare il valore dei suoi quadri – la denuncia parla di "vernici di legittimità"..–per giustificare la loro vendite tra i diversi attori dell'ordine traffico al versamento di denaro, mascherarla e così sfuggire dai creditori (pag. 287).

C'è una contraddizione tra la carta etica con le principali istituzioni culturale Françaises e azioni commerciali e patronato condotto con Ahae.

Il danno causato all'immagine e alla reputazione del Louvre e Versailles, in particolare, non è trascurabile; e poi anche il gruppo di Ahae continua ancora ad usufruire loro deposito (http://ahae.com/category/articles/).

In definitiva, questi sono clienti che sono stati truffati. Essi sono le vittime: abusi da parte di rinomati stabilimenti che ha fatto spostare l'affitto di spazi per esposizioni "reale" (p. 271).

M. Henri Loyrette, ex direttore del Louvre, ha visto che le proprie responsabilità ridotto entro il Admical (associazione dedicata allo sviluppo di d'entreprise du Mécénat), l'affaire Ahae che hanno contribuito a screditare certe pratiche di patronato nel settore culturale.

Ma resta da trarre tutte le conseguenze da questo triste episodio, causando il malinteso di osservatori stranieri.

Da questo rifiuto a fare luce, Ahae caso rimarrà come una macchia permanente sulla nobile causa del patronato (pag. 292).

Ahae BHPer avere un'idea delle sentenze fatta da figure culturali sulle fotografie dell'autore di una banalità spaventosa, che aveva l'onore (contro valute forti) per essere esposti al Louvre e Versailles e non è riuscito a essere altrove, può essere fatto riferimento ai seguenti documenti:

Queste personalità hanno chiesto il ritiro delle loro testimonianze di supporto del sito Internet di Ahae?

Leave a Reply