Pensare in termini di marketing e strategia

Contrazione dei bilanci culturali hanno portato sempre più comunità e associazioni di richiedere finanziamenti privati complementari (patronato, finanziamento partecipativo, negozio, ristorante…).

Queste pratiche sono ancora una certa riluttanza tra alcuni professionisti.

Panoramica del problema con Jean-Michel Tobelem, professore presso l'Università Paris 1 Panthéon-Sorbonne, specialista della gestione di attività culturali e strutture cultura direttore di opzione.

L'intervista di Hélène Girard per il Gazette di Commons è quello di leggere a questo indirizzo.

GazetteLe domande erano le seguenti:

  • Siamo all'alba di una nuova era dell'economia cultura?
  • Perché, nonostante tutto, molti attori culturali pubblici rimangono come sovvenzioni privato volto diffidente?
  • Cosa sono queste due tecniche?
  • Le difficoltà arrivano da una mancanza di professionalizzazione?

Non esitate a rispondere e a condividere i tuoi commenti!

Leave a Reply